Primo albergo sulla costa est di Sri Lanka

A piedi nudi in paradiso
Una spiaggia lunga un sogno
L’ultima via di fuga

Solo villaggi di pescatori e litorali lunghi chilometri orlati di palme. Qui, a Passekuda, dove il turismo non è  mai arrivato è nato il resort Maalu Maalu che riproduce nell’architettura le abitazione della popolazione dedita alla pesca. Semplicità e design per una vacanza di ringiovanimento spirituale e fisico

C’è bisogno di cose semplici ma non banali, c’è bisogno di atmosfera, di cose essenziali ma di gusto, c’è bisogno di un ambiente autentico e vergine.
Mettete insieme queste cose, agitate bene e viene fuori un cocktail perfetto che si chiama Maalu Maalu, primo resort nel mezzo della costa est di Sri Lanka, a Passekuda. Chilometri di spiagge larghe e lunghe orlate di palme dove il turismo non è mai arrivato.
Qui esistono solo villaggi di pescatori e il resort li riproduce con i suoi chalet dal tetto spiovente fatto di foglie di palma intrecciate.
Semplicità ma anche design. Se fuori sembrano chalet dentro le quaranta camere e suite presentano soluzioni raffinate, bagni  con marmi e oggetti dal disegno ricercato, stanze con stoffe ricercate e legno. Insomma il resort riflette la cultura locale ma gli interni sono ricchi di stile.
La piscina è sul livello della sabbia e si confonde con l’orizzonte marino. Di notte è illuminata da mille piccole luci che cambiano colore ogni secondo. Il ristorante offre pesce freschissimo portato quotidianamente dai pescatori locali. Un trionfo soprattutto di crostacei da gustare durante una cena a lume di candela sulla spiaggia coccolati unicamente dallo sciabordio delle onde e dalla brezza dell’oceano.
La spa “Ayur Vie” è, come dice il nome, il trionfo dell’ayurveda     
Al resort Maalu Maalu è bello arrivare facendo una o due tappe culturali. C’ è solo l’imbarazzo della scelta: a Kandy per visitare il tempio che custodisce in 7 teche d’oro il dente di Budda, a Dambulla per scoprire le grotte che contengono numerose statue d’oro dell’Illuminato, Sigirya, un’antica fortezza ricavata all’interno di una montagna alta 400 metri che si erge sopra una giungla estesa a perdita d’occhio.
Ma anche dal resort ci si può staccare per un’escursione di mezza giornata a Polannaruwa e visitare il tempio della Roccia Nera con le tre statue del Budda scolpite nella pietra.
Insomma Maalu Maalu perchè ci sono ancora parti del mondo da scoprire, ultimi angoli di pianeta rimasti intatti dove si gusta tra l’altro il fascino della buona hotellerie.
Il costo di un pernottamento in mezza pensione parte da 150 euro a persona in camera doppia.

Per informazioni Gateway tel. 02 – 866901
Sito Internet: www.maalumaalu.com

Ufficio Stampa, Lorenzo e Davide Zuntini, Studio Zeta, tel. 02 - 87241241, port. 349 - 2692311